Se diciamo pectina, è normale che ci vengano subito alla mente le gelatine e le marmellate fatte in casa; da un secolo, infatti, la pectina viene usata nella produzione sia domestica che industriale di conserve, in quanto questo agente gelificante completamente naturale, estratto dalla frutta, si lega all’acqua in ambienti acidi e addensa, dando alle conserve la consistenza a cui siamo abituati. Ma la pectina serve a molto altro: scopriamone cinque applicazioni che non hanno a che vedere con le marmellate!

Disintossicarsi
Ormai da diversi anni è pratica comune includere nei trattamenti naturali di disintossicazione da farmaci e metalli pesanti delle gelatine di agrumi ricche di pectina. L’ingestione di pectina mescolata al succo di frutta pare infatti diminuire i sintomi delle intossicazioni di questo tipo e sia un utile elemento per accelerare la purificazione dell’organismo; la pectina si lega infatti a diverse scorie presenti nel corpo, addensandole e impedendo che vengano assorbite dagli organi. Questo rende più semplice la loro eliminazione per vie naturali.

Preservare il sapore fresco
Cucinare eccessivamente il cibo ne compromette il sapore in modo irrimediabile. La frutta fresca, specialmente, perde sia il proprio sapore che il proprio profumo naturale quando viene cotta, ad esempio per preparare una torta: l’aggiunta di pectina, tuttavia, può contrastare questo processo. La pectina infatti accorcia i tempi di cottura, e così facendo permette alla frutta di mantenere più a lungo il proprio sapore naturale: ad esempio, una crostata di fragole avrà un sapore di frutta molto più netto se avremo l’accortezza di aggiungere una piccola dose di pectina.

Mantenere il colore naturale

Anche l’occhio, si dice, vuole la sua parte; e le lunghe cotture compromettono non solo il gusto, ma anche il colore naturale del cibo. Anche qui però, in quanto agente gelificante, la pectina ci viene in aiuto, agendo da conservante: abbreviando i tempi di cottura, infatti, si riduce la decolorazione degli alimenti, in modo da mantenerne le sfumature originali e vibranti. Questo permette di evitare l’aggiunta di coloranti artificiali, a tutto vantaggio della qualità del prodotto finito.

Addensare zuppe e salse

Addensare una zuppa fino al giusto punto di consistenza non è semplice – ma diventa elementare, e rapidissimo, con l’aggiunta di una piccola quantità di pectina. Legandosi alle molecole del cibo, infatti, la pectina forma un gel che ispessisce la zuppa – o la salsa – tanto più quanto questa contiene carboidrati e zuccheri semplici. Il risultato finale, che è quel che conta, sarà una zuppa (o una salsa) liscia e cremosa, densa al punto giusto, con un sapore complesso e ricco.

Mantenere cremoso il gelato
Una volta chiuso nel congelatore, anche il gelato più cremoso e morbido ghiaccia, perdendo la sua consistenza piacevole per la formazione di cristalli di ghiaccio. L’aggiunta di piccole quantità di pectina, tuttavia, ritarda la formazione di quei cristalli, e contribuisce a mantenere il gelato morbido e cremoso a lungo anche nel freezer.